Stuzzicarsi: SeXting

Dangerous Liaisons (1988)

“Per me è come un aperitivo in attesa della portata principale!” – Anonima

Il SEXting è uno dei fenomeni più controversi nella sfera attrattivo-sessuale degli ultimi quindici anni circa del web e ora delle app. Non è nuovo. E’ vecchio linguaggio da chat dei primordi trasformato in qualcosa di cul…ahem, cool. Due bonobo sarebbero capaci di scambiarsi più cultura.

Conoscendo a menadito i meandri oscuri della rete, è un linguaggio di cui sono stata spesso vittima e quasi mai carnefice. Nell’era di Snapchat e Whatsapp le descrizioni sono state sostituite dalle pratiche foto che centrano il punto nell’unico senso possibile.

Spesso c’è poco di arrapante. Non fraintendetemi, può dare la spinta alla masturbazione del momento, ma non può essere nè l’inizio nè la base di un futuro rapporto sessuale con lo stesso soggetto.

“Vuoi vedere quanto è duro? Solo per te.”

Sembra una fase banale, però scomponiamola per le pulzelle che ancora intravedono qualcosa di romantico in quel “solo per te”. Nel sesso è fondamentale guardare l’altro, che sia l’uomo di una notte o il tuo compagno per la vita (ma quanto è lunga la vita moderna, ahimè). Il pezzo di carne che si gonfia di sangue viene dopo (scusate il sillogismo). Quell’esclusiva del “solo per te” finale fa tanto promozione del supermercato prendi tre paghi uno. La mosceria della femmina è garantita.

Insomma, se questo è il vostro nuovo “spasimante”, FUGGITE. Non ne ricaverete nulla. Siete solo il trastullo di un attimo, non uscirete insieme. Non vale sprecare la vostra fantasia per un po’ di eccitazione pixelata.

In casi generali, sono restia a dire che faccia bene a due persone che si conoscono da un certo tempo o ad una coppia. Brucia il mistero. Stuzzicare è bello, divertente, rinvigorisce e nutre un rapporto purchè non diventi un’abitudine. Magari l’affiatamento in conversazione non corrisponde ad uno reale. Il classico: “Ci sa fare con le parole ma non con i fatti.”

Poche chiacchiere più sesso, please.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s