Orgasmo femminile: un cocktail proibito

Cocktail with bokeh in background

 

State contemplando il titolo cercando di richiamare alla memoria l’ultimo orgasmo avuto.

Vuoto siderale.

Ora chiedete a voi stesse se ne avete avuto mai uno completo o siete sempre state sull’orlo di sfiorarlo.

Qualunque sia la vostra esperienza, meno della metà di voi può ritenersi fortunata. Purtroppo la tendenza generale dell’uomo è a pensare prima al suo piacere e poi, forse, a quello della donna. Per educazione, cultura e film porno diretti da maschi maldestri. Gli uomini finiscono subito mentre voi smaniate per essere eccitate o ne vorreste ancora.

Come si descrive un orgasmo femminile? E’ una serie di contrazioni nella prima parte del canale vaginale accompagnata da aumento del battito cardiaco, spasmo dei piedi e ottenebramento della coscienza. L’orgasmo è di un solo immenso tipo e non clitorideo o vaginale. Quest’ultimi sono termini desueti. Il clitoride è l’unico signore indiscusso.

Eccitare una donna è un’arte e una fatica allo stesso tempo. Abbiamo una ramificazione di terminazione nervose sulla clitoride da fare invidia ai rami di un albero. La conformazione interna delle nostre vagine può variare da donna a donna, quindi i nostri punti erogeni non sono fissi come per l’uomo. Per questo piacciamo tanto: ogni volta siamo una scoperta.

Parecchie di noi non sanno nemmeno di eiaculare in modo simile agli uomini. Lo squirting è un’assurda leggenda nella nostra mente, una voce messa in giro da qualche acrobata pornografico. Questo perchè la posizione del punto G (Gräfenberg) varia assieme alla dimensione e al grado di sensibilità, ma si trova comunque tra l’osso pubico e la cervice lungo il corso dell’uretra. Il liquido che esce fuori dalla stimolazione non è urina, dato che contiene un antigene specifico della prostata presente pure in quello maschile. Non ci credete ancora? Provate a parlarne con qualche amica illuminata per capire che non siete sole a questo mondo. Vi consiglierei di vedere video di sessuologhe sull’argomento ma ahimé sono tutti in VHS o introvabili su internet da vedere gratuiti.

Purtroppo il piacere femminile non è una cosa scontata come dovrebbe essere. Per questo qualche giorno fa un’affermazione della cantante Nicki Minaj ha causato scalpore: “I demand that I climax. I think women should demand that. I’m a pleaser but it’s 50-50.” Come dicevo già in qualche post sotto, l’uomo prima di chiedere/ricevere dovrebbe dare. Per una questione di gentilezza, adorazione e rispetto. Impegnarsi per ricevere il doppio. Do ut des. Difficile come preparare un cocktail dal mix giusto però non impossibile. Al nostro barman di fiducia servono i seguenti ingredienti:

  • Squardo. C’è chi si bagna o viene con uno intenso. Allacciate gli occhi col vostro partner. (posizione permettendo)
  • Tocco. Delicato, gentile e deciso. Controllate che le vostre dita non abbiano spellature o ferite profonde.
  • Stimolazione. Muovere le dita sul punto sensibile al suo interno come se steste chiamando un uccellino ad avvicinarsi.

– Miscelare, versare in un bicchiere old fashioned e servire con una ciliegia al maraschino.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...